domenica 16 marzo 2008

E via a tutto blog!!!!

Fra qualche mese il mio PC festeggerà 4 anni.

Come ho raccontato in un precedente post, all'inizio, ho avuto parecchi momenti di smarrimento, conditi a diffidenza nei confronti della scatola nera che racchiudeva tante possibilità e tanti problemi.

Pian piano li ho in parte superati, ma di stronzate ne faccio ancora.

I miei figli non mi credono quando racconto loro che io non ho fatto nulla mentre mi spariscono i files e le immagini si annidano in cartelle sconosciute che non so più dove andare a cercare.

Mio figlio mi rincuora dicendomi che, quando tornerà da Milano, mi sistemerà tutto salvo poi a ringhiare e non tanto sommessamente, dandomi della pasticciona e parecchio altro.

Poi ho fatto la connessione ad internet, giusto per mandare e ricevere e mail.

Poi ho scoperto che con Google potevo colmare le abissali lacune (ah ah ah) del mio sapere.

E poi ho scoperto l'esistenza dei blogs.

Soprattutto dei blogs di cucina.

Un mondo sterminato di ricette.

E dai allora è cominciata la frenesia dei copia- incolla, l'apertura di cartelle tematiche e di pasticci a non finire.

Ore e ore a cercare nuove ricette, spesso arricchite di belle fotografie molto stuzzicanti, a sperimentarle.

Una volta mi hanno regalato una zucca a forma di fiasco col collo molto allungato e del peso di 8 kg.!!!!!!! e allora tac, pochi clic e mi sono lasciata sommergere da una quantità infinita di ricette da cui sono scaturire la mia marmellata speziata e il chutney piccante di zucca, appunto.

Ho scoperto cos'è lo Stilton, cos'è il ghe e l'assafetida ..........

Poi sono andata a cercare il significato di blog e quando è cominciata questa febbre collettiva che ha contagiato il mondo intero, compresa me povera tapina di 65 anni (ben portati, dicono).

Nel luglio 2007, aiutata da mia figlia Valentina, è nato il mio primo blog, che mi ha gasato parecchio.

Ho avuto così modo di raccontare per gli amici e per gli amici dei miei figli le mie scorribande per motivi di lavoro nel Medio Oriente.

E poi, esattamente il 15 gennaio, è nata la mia ultima passione sfrenata che si chiama " A tavola con Mammazan".

Ho accarezzato, e neanche tanto a lungo, quest'idea che mi ha catturato totalmente, avvolgendomi completamente e facendomi quasi scomparire tra i vapori profumati che uscivano dalle mie pentole.

Devo dire che, specialmente coloro che misono più vicini, hanno esultato per il mio nuovo blog di cui hanno beneficiato in continuazione e tangibilmente, fungendo da cavie per le mie preparazioni.

Devo dire anche che a volte, giusto per avere un parere, mando ai miei figli delle e mail con le foto delle ricette che sto per pubblicare.

Loro stanno lavorando, uno a Milano a l'altra vicino a Torino e, specialmente in certi momenti della mattinata, vicino all'ora di pranzo, sbavano vedendo le immagini, pensando magari al loro triste panino.

Ma il blog di cucina è, per me, molto impegnativo.

Non si tratta di scrivere solo quattro frasi in croce.

Sono dell'idea che quando si fa una cosa bisogna farla bene.

Oltre alla bella (per me) veste grafica curata da Valentina che mi ha anche insegnato come inserire bene le foto nel contesto, trascinandole quasi per le orecchie, e dai consigli e critiche sempre preziosi di Simone (indicazioni di tempi,delle difficoltà e costi delle preparazioni, incolonnamento dello scritto e parecchio altro ancora, c'è stato e molto "DIVERTENTE" il servizio fotografico delle vivande che andavo preparando.

Per inciso ci sono parecchi blog nudi e crudì, come dico io, senza neppure una foto e, come si sa , una foto è meglio di mille parole.

Foto e foto scattate (grazie piccola Canon di esistere!!) con luce solare o con lampadina dell'Ikea che facevo roteare sui piatti o piattini decorati con pizzettini per torte provenienti all'America e recuperati dai cassetti di mia madre e vecchi di almeno di 40 anni, ricerca di fondali con quello che avevo in casa da adattare come colore e dimensione.

Scaricare su PC raccogliere in cartelle , scegliere le immagini ed inserirle, controllare gli errori di battitura e strafalcioni vari.

E poi veder gli accessi ,il numero delle visite, (ho ricevuto anche nella mia posta elettrica richieste di consigli.......)



Questo è un pan brioche che ho prerato, agghindato, regalato alla mia migliore amica e...... ovviamente pubblicato.

La pagherò cara......

MI STO DIVERTENDO TROPPO!!!!!!!!










6 commenti:

Anna ha detto...

Tantissimi auguri di Buon Compleanno al suo blog!!!

Simone ha detto...

Sono soddisfazioni!!! Io sono gonfio di orgoglio!!

Vale ha detto...

Quanta passione hai per questi blog! Specie per l'ultimo nato.
Anche se ormai sei un'esperta blogger, guru delle ricette e dei consigli alimentari, il computer spesso e volentieri diventa per te un mostro a tre teste.
Ti immagino a volte in sua completa balia, lì a farti dispetti, a farti sparire le cartelle. Malvagio, ti sposta i file da una parte all'altra. POVERAAA!!! E' UN MOSTRO MALVAGIOOO, stai attenta!

Brikebrok ha detto...

Interessante il tuo blog, ci tornerò volentieri !

susy ha detto...

In effetti lo strumento e' utilissimo. Io lo uso anche per lavoro ma il pc di casa con la mia connesisone e tutte le mie foto le mie cartelle e' un grande cassettone. Dove pero' si trovano le cose con un click, nella vita invece si cerca si cerca e non sempre si trova.
Grazie del passaggio, non ho letto tuttissimo nel tuo blog ma mi piace molto come racconti le cose.
E' una lettura piacevole, ripassero'.
un slauto e un buona giornata, ciao

Marm ha detto...

Ho capito da dove provengono le belle foto che corredano le tue ricette: solo un'esperta fotografa può fa gustare già con gli occhi favolose ricette!
Per quanto riguarda il pc anche il mio è estremamente malevolo, fa sparire files, fagocita post, nasconde commenti. Le reazioni dei figli poi sono identiche: cosa faremo, povere mamme, di così sbagliato?
Al prossimo commento, buona notte. Marm