mercoledì 5 dicembre 2007

IKEA, ovvero il talismano della felicità

Forse sono stata esagerata nel titolare questo post, ma per me e forse anche per altri, andare a fare acquisti per la casa, per renderla più funzionale o anche semplicemente più bella presuppone uno stato non dico di grazia, ma di buon umore interiore.
Chi, ormai, non possiede una cosina comprata da Ikea, chi non ci è solo andato a curiosare e si è poi ritrovato alle casse morto di caldo, con i piedi doloranti e soprattutto con il carrello pieno di cose assolutamente inutili ma assolutamente necessarie che costavano poco in modo imbarazzante e poi alla resa dei conti il "conto" più salato della sua storia?
Chi non ha fatto razzie di quelle deliziose matitine , chi non ha preso il caffè al bar, chi non ha acquistato le specialità svedesi (consiglio le polpettine di cervo in salsa di ribes), e un giretto al piccolo vivaio e dove vendono le stoffe a metro? Nel mio piccolo ho acquistato, devo confessare parecchie cosette aiutata nella scelta da mia figlia che non solo mi ha guidata, ma è stata un'abile assemblatrice.
Ricordo ancora con quale determinazione e caparbietà ha messo insieme uno scaffalino per il ripostiglio, una panchinetta che sostituiva un vecchio, orribile divano nell'ingresso e l'ho immaginata quando col suo ragazzo ha assemblato i vari mobili nella sua casina, cristonando come una dannata per tutte le difficoltà incontrate.
E me la immagino ora mentre prende misure, sfoglia pagine cartacee e telematiche, sempre della sua adorata Ikea! Il suo entusiasmo è palpabile, è contagioso, la sua gioia travolgente, e illumina le mie giornate che devo dire non sono comunque buie.
EBBENE Sì, MIA FIGLIA E MIO GENERO HANNO TROVATO LA CASA DEI LORO SOGNI.
E anche io comincio a sognare.
La casa più grande, la stanza per i bimbi.......

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Lì ti volevo!
Simone (il genero)

Vale ha detto...

Azzz... dobbiamo iniziare a preoccuparci???? La stanza dei pupi crea ora aspettative nonnesche in MZ!!!
AIUTOOOO
Cmq posso tranquillamente affermare di essere una Donna Ikea, dopo Donnavventura, mi propongo come diva di un reality sul fai-da-te!!
I LOVE IKEA

Simone ha detto...

Non sottovalutare le aspettative del clan! Non dimenticare che la vetusta nonna, la vecchia per eccellenza, vuole diventare bisnonna e io zio! Credo che anche paps abbia una mezza idea che fare il nonno gli garberebbe alquanto. Tirando le somme delle aspettative:
1) Bisnonna
1) Nonna
1) Nonno
2) Zii (ci aggiungo anche anna che freme)
Totale: 5...

Mementote!
ps.: andare con ikea è un attentato al portafoglio, andare con Anna è come investire sui subprime (un bagno di sangue)