sabato 15 settembre 2007

Caro PC

Il computer è entrato in casa nostra circa 16 anni fa, quando i miei figli , frequentando il liceo,probabilmente per uso didattico ne hanno sentito il bisogno. In principio e anche per lungo tempo ho creduto che il monitor fosse il pc ,forse anche perchè non avevo compreso l'importanza e l'utilità di quel parallelepipedo bianco celato sotto il tavolo. L'ho guardato a lungo con disinteresse, forse anche con sospetto, non comprendendo appieno la sua utilità.
Ho cominciato a emettere gridolini di stupore quando ho scoperto l'uso delle e mail e quando FIGLIADORATA detta anche Valentina scriveva un pezzo per l'Eco del Chisone cui entusiasticamente collaborava, e con un clic, e questo per me è stato il massimo, spediva attraverso" l'etere "il suo pezzo. Lo raccontavo alle mie amiche che spalancavano educatamente gli occhi ma non capivano nulla. Ricordo ancora quando Vale mi diceva che Google era un motore di ricerca, e non capendo la cosa, non interessandomi un ette di tutto ciò, la guardavo smanettare sulla tastiera con lo sguardo fisso, quello che assume il mio gatto quando va nella lettiera e con la stessa espressione persa nel vuoto fa pipì.
Poi è apparso il portatile di Simone l'altro FIGLIOADORATO, grosso , pesante quanto un macigno e col quale ne faceva di tutti i colori, smanettando come un dannato. Io lo ammiravo , stupita ma finiva lì.
Finalmente 3 anni c'è stata un'offerta interessante da Unieuro, mi sono fatta accompagnare prima da Vale affinchè valutasse la bontà dell'oggetto, poi anche da Simone. Alla fine l'ho acquistato, ho fatto un finanziamento e l'ho portato a casa.
E lì è rimasto per un bel nella sua bella borsa.
Devo dire che ho avuto lezioni pazienti da mia figlia ,a volte con accenti accorati per la mia inettitudine, vibrate e incazzate da parte di Simone che ad un certo punto esibendo le tonsille infiammate dal lungo strillarmi mi ha suggerito un ringhioso "VENDILO!!!!!"
Poi pian piano ho cominciato a capire, ma soprattutto a ragionare, ad inviare mail a fare il copia-incolla, a navigare su internet, ho A L IC E !!!!! tutto il giorno e l'aggeggio chiamato WIFI per non avere quel maledetto filo che attraversava la stanza e mi costringeva a fare un salto a forbice ogni volta che dovevo passare di lì e capitava in continuazione.
Poi a dire il vero potevo fare a meno di andare in palestra! Che figata, ragazzi anche tre pc collegati ad internet, o come dice mia madre (83 anni) ad indesit, contemporaneamente.
E le ricette che mi sono scaricate, e le cartelle che ho creato e tutte le volte che mi imbattevo in un termine strano andavo su Google e TAC sapevo tutto. Se compravo al supermercato per esempio "i peperoni" digitavo marmellata di peperoni ed orizzonti gastronomici incredibili si spalancavano davanti ai miei occhi increduli.
E le volte che mi dicevo "sto giusto mezz'ora al pc" e mi alzavo dalla sedia 3 ore dopo e solo perchè mi faceva male il sedere? E le migliaia di foto degli albums di famiglia che ho scannerizzato ( una mattina sono andata avanti per 6 ore!), e poi la figata di avere l'accoppiata digitale- pc , fare foto a manetta , scaricarle , sparpagliarle quà e là rinominarle con nomi sbagliati , rinominarle cristonando come una dannata, Ora ho anche Incredimail , giusto ieri sera l'ho installato e vi giuro sono andata fuori, in delirio completo , e poi ho mandato una e mail ad Augias il quale mi ha anche risposto : ho fatto capriole quasi tutta la sera. Sono matta? ma io ho 65 anni e ne vedrete ancora delle belle!

5 commenti:

Simone ha detto...

Sembri una Teenager! Stesso linguaggio!!

Comunque io esco dal ritratto che mi hai fatto come un antipatico individuo!! Mente invece sono stato paziente, anche se strillavo un po! Vale ed io ti abbiamo spiegato tante piccole cose pratiche, ma tu come al solito hai stupito tutto imparando in fretta, (quando ti sei decisa....) e ci hai riempito di orgoglio me e vale, e anche a tutto il resto della famiglia allargata, quando hai aperto questo blog!
Sei vermanente avanti!

Contiunua così Ol' Dirty Shoe

Anna ha detto...

Davvero ha scritto ad augias?? E che le ha detto?? Siamo curiosi!!

luca ha detto...

MammaZan Vs Pc, è stata una dura lotta ma alla fine ha vinto l'essere umano. Matrix è stato sconfitto. Se vuoi una cosa non pensare di farla: FALLA! Ora che sei una hacker, ora che vedi oltre, ora che mr Smith è morto puoi finalmente attaccare mic e webcam al pc, e chiamarci su messenger.. Ciao Trinity..

maria rosaria rossini ha detto...

ciao grazia, arrivo al tuo interessante e vivace blog da anna righelu, e devo farti i complimenti per la tua grinta e la tua simpatia. un po' mi sembra di riconoscermi per quello che riguarda i tuoi primi approcci alla materia web, pensa che, fino a pochi mesi fa, mi chiamavano cavernicola per la mia totale inettitudine e refrattarietà al pc. deciso di comprarne uno, è esplosa la voglia e la curiosità di imparare il linguaggio dei cybernauti. il mio blog ha solo qualche giorno di vita, e ti invito, se ti fa piacere a farmi visita. a presto e un saluto!

anna the nice ha detto...

Cara Mammazan, sei uno spettacolo. Mi hai così travolto conle tue parole e la tua simpatia che ho deciso di leggere questo tuo blog come 'libro sul comodino'. E lì ti inserirò anche sul mio blog finchè non finirò di leggere le tue meravigliose storie. Mi hai rallegrato la giornata e mi hai fatto morire dal ridere con la battuta di tua madre 'il collegamento a Indesit'. Anche la mia ne fa di questo genere, e io la adoro. Io ho una passione per le donne energiche, positive come te. Donne che hanno capito che la vita è fatta di movimento, ma anche di pace in casa, di cose meravigliose e immense, ma anche delle piccole cose che ci circondano a casa.... Non a caso i miei libri preferiti parlano tutte di storie di donne. Oggi ho cominciato dall'inizio dei tuoi post per conoscerti meglio. Ti seguirò sicuramente d'ora in poi.
Buona giornata
Anna